CONSOLIDAMENTO
STRUTTURALE
DEGLI EDIFICI

PROGETTO INGLOBARE

Prove condotte su elementi strutturali in CA con dettagli costruttivi tipici del costruito povero italiano volte ad individuare i meccanismi di collasso e la validazione delle formulazioni di calcolo adottate.
Capacità in resistenza e in duttilità rilevanti per differenti set di prova.

Partner

POR FESR


Anno

2013

Descrizione

Una parte del progetto che va sotto l’acronimo In.Glo.Ba.Re., progetto finanziato dalla Regione LAZIO Programma Operativo 2007-2013 – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, in collaborazione con l’università La Sapienza di Roma, è stato condotto con l’obiettivo di validare le formulazioni di calcolo adottate per il sistema CAM® applicato sulle strutture in CA attraverso prove sperimentali su travi e pilastri.

PROVE A COMPRESSIONE SUI PILASTRI
Sono stati costruiti 8 pilastri da provare a compressione semplice secondo vari layout di rinforzo.
Due dei provini sono stati provati nudi, portati ad un carico prossimo alla rottura e successivamente rinforzati con le legature CAM®.
Lo scopo delle prove condotte era essenzialmente quello di valutare la rispondenza delle formulazioni adottate nel calcolo per confinamento dell’elemento e la capacità di recupero dell’elemento danneggiato.

PROVE A TAGLIO SULLE TRAVI
Delle 9 travi tozze, costruite per essere provate a taglio secondo il layout di trave appoggiata con carico in mezzeria, 3 elementi sono stati provati nudi, 3 rinforzati in totale avvolgimento, 3 in avvolgimento parziale.
Lo scopo principale oltre alla valutazione delle formulazioni adottate, era valutare la geometria del traliccio resistente e la tipologia di rottura che incorreva nei due differenti layout di intervento CAM® a taglio.

PROVE A FLESSIONE SULLE TRAVI
Il layout di prova è di trave appoggiata con due punti di carico. Le prove sono state condotte su 6 travi il cui scopo era quello di indagare la prestazione dell’angolare come armatura aggiuntiva e del confinamento indotto attraverso il sistema di legature.
I risultati hanno permesso di validare le formulazioni di calcolo.


< Indietro

Vuoi RICEVERE maggiori informazioni?